Nella detention room

L’altro giorno Sarah spiega al compagno di classe Sam come accelerare la caduta di un dente da latte e intascare la tangente dalla “Tooth Fairy”.

Il movimento è maldestro e diventa un buffetto al quale Sam replica con un erratico diretto al quadricipite, ugualmente indolore.

L’incidente potrebbe finire lì, ma il subdolo compagno di classe Max fa la spia e riporta l’accaduto all’insegnante, madame Pastinelli.

Risultato: mia figlia finisce dal preside, trascorre la ricreazione nella detention room e viene condannata a due giorni di servizi sociali. Dovrà pulire lo spazio giochi della scuola durante la ricreazione.

L’operazione viene eseguita con diligenza e operoso ravvedimento e porta al recupero differenziato di una buccia d’arancia e tre involucri di merendine al burro d’arachidi, marca Reese.

La pena viene espiata con la collaborazione volontaria delle due migliori amiche, Mya ed Ella. Giustizia è fatta.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

About emigrante per caso