Google 1

Terzo giorno con Google Home a casa. L’oggetto è già inquietante. Il primo giorno ci siamo baloccati chiedendo musica natalizia. Dall’altoparlante esce la voce di Michael Bublè.

La nonna non è contenta e chiede qualcosa di più tradizionale. Il risultato è una litania di lagne in gaelico. Mi intrometto e lancio Garota di Ipanema. Solo per rompere.

Ora di cena. Per scherzo, chiedo di chiamare Papito’s Pizza. Qualcuno risponde. Butto giù.

Sarah chiede quanto fa 360×2198. Ci siamo giocati i compiti a casa. Kate interroga Google Home: “how do you say good morning in French?” Quella risponde con un accento perfetto. Teresa cambia la temperatura di casa ogni 20 minuti.

Io suggerisco: “Hey Google, ci sono 30 centimetri di neve. Vieni a spalare?”. “Sorry, I can’t help with that. But I’m still learning…”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

About giovanni marco patrizio litrico